IL SUPERPOTERE DEL PORRIDGE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon pomeriggio a tutti i lettori di eco-style, come promesso oggi vi parlo di un alimento ricco di benefici e proprietà.

Parto dalla descrizione dell’ingrediente principale, l’avena, un cereale poco utilizzato nella dieta degli italiani, dotato di proprietà interessanti e tollerato anche dai celiaci.

 L’avena è ricca di sali minerali quali: manganese, selenio, fosforo, potassio, calcio, molibdeno, silicio, sodio, ferro, zinco e rame.

  Vitamine : B1, B2, B3, B5 e B6 (questo per quanto riguarda le vitamine del gruppo B), K e J, ed una piccola quantità di vitamina E.

 Aminoacidi: acido glutammico e acido aspartico, triptofano, alanina, leucina, cistina, glicina, fenilalanina, isoleucina, lisina, istidina, prolina, metionina, serina, arginina, tirosina, valina e treonina.

Ci sono tanti fattori positivi che vi spingeranno nel prepararvi per colazione questa pappa ai fiocchi d’avena. Sicuramente l’aspetto del porridge non è dei migliori, ma vi garantisco che il sapore è molto buono.

Benefici e Proprietà

Il porridge è in grado di combattere la ritenzione idrica (quindi contrasta l’insorgere della cellulite) e di favorire la regolarità intestinale, a differenza di molti carboidrati non provoca fermentazione, quindi è l’ideale per chi soffre di problemi intestinali o stitichezza. Proprio per queste sue proprietà regolarizzatrici, il porridge riduce il rischio di malattie del colonretto e dell’apparato digerente, contribuisce ad alimentare il microbiota sano, ovvero i batteri buoni.

LO SAPEVI CHE

I fiocchi d’avena, assunti correttamente, sono in grado di abbassare il colesterolo e di tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue. Ecco perché iniziare la giornata con il porridge è il modo migliore per guadagnarne in salute con le giuste calorie.

Inoltre il porridge è:

  • Energizzante
  • Rafforza il sistema immunitario
  • Alto potere saziante
  • Utile per l’apparato respiratorio
    • Ottimo per chi soffre di tiroide: grazie alla presenza di una sostanza chiamata avenina, l’assunzione di avena apporta benefici alla ghiandola tiroidea.
    • Economico: se comprate i fiocchi d’avena, una busta da mezzo chilo vi dura anche dodici giorni al costo di due euro.
  • Benefici sulla pelle anche in campo cosmetico: l’avena ha una notevole azione detergente, dall’altro è caratterizzata da una notevole delicatezza e rispetta quindi le funzioni epidermiche principali senza avere quindi quegli effetti indesiderati che molti detergenti hanno.

COME PREPARO IL PORRIDGE

Partiamo dalla base, l’importante è capire quanto sia semplice e veloce questo passaggio, una volta ottenuta la vostra pappa d’avena, potrete scegliere se arricchirla ulteriormente con una manciata di  frutta secca, frutta fresca di stagione, yogurt , semi, cacao, cioccolato fondente e così via.

Occorrente

  • Un bicchiere di latte di riso ( oppure di capra, soia, avena, mandorle, nocciole etc.)
  • 30/40 gr di fiocchi di avena (è possibile regolarsi anche riempiendo una tazzina da caffè)

 Procedimento

In un pentolino versate i vostri fiocchi ed aggiungete il bicchiere del vostro latte preferito, portate il tutto ad ebollizione mantenendo la fiamma bassa, e girando il composto fino a quando l’avena non avrà assorbito il latte ed avrà formato una sorta di pappa consistente, ma allo stesso tempo morbida e super profumata.

Come  personalizzo il  porridge (scelta facoltativa)

Semi e frutta secca

1 cucchiaino di semi di lino

1 cucchiaino di semi di chia

1 manciata di mandorle tritate

 AROMI

1 cucchiaino di cacao amaro

1 pizzico di cannella in polvere

 Frutta fresca di stagione

3 Fragole

Bene cari lettori, ora non vi resta che provare la famosa pappa d’avena,  aggiungendo gli ingredienti che più vi piacciono, è possibile integrare  anche del dolcificante a scelta tra miele, sciroppo d’acero, sciroppo d’agave, stevia o zucchero di canna integrale (ricordate di aggiungere sempre un cucchiaino da caffè senza esagerare), io preferisco non mettere nulla perché il latte di riso è abbastanza dolce.

Consigli a cura di Simona Di Scala