J.R.R. Tolkien

under construction

Il numero 76 di Sandfield Road è in fondo alla via. La casa è dipinta di bianco e nascosta, in parte, da un’alta staccionata, da una siepe e da alberi che sovrastano l’edificio. Parcheggio l’automobile, apro il cancello, risalgo il viottolo costeggiato da cespugli di rose e suono il campanello, […] quando il professor Tolkien mi apre la porta. E’ leggermente più basso di quanto mi aspettassi. L’altezza è una caratteristica alla quale egli dà molta importanza nei suoi libri, sicché mi lascia un po’ sorpreso vederlo più basso della media; non di molto, ma abbastanza perché mi noti. Mi presento e, dal momento che l’appuntamento era fissato da tempo e quindi ero atteso, allo sguardo interrogativo e in qualche modo diffidente col quale inizialmente sono stato accolto subentra un sorriso. Il professore mi porge la mano e stringe la mia con fermezza.

(J.R.R Tolkien, La Biografia, Humphrey Carpenter, Una Visita)

Lascia un commento

Ischia, l'eco della Terra di Mezzo

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.