Home,  Tolkien

25 Giugno 3019: Estel ed il Quarto Alberello Bianco

Re Elessar trova l’Alberello Bianco.

Quando Aragorn divenne Re, scoprì, con l’aiuto di Gandalf, un ramoscello dell’Albero Bianco sui pendii del Mindolluin, sopra la città, che fu piantato al posto di quello vecchio nel Cortile della Fontana. L’albero morto fu sepolto nelle Tombe dei Re, con tutti gli onori normalmente accordati ad un monarca caduto. Nel giugno del 3019 T.E., il nuovo Albero fiorì per la prima volta.

 

Curiosità:

Il nome Aragorn viene dal Sindarin e significa “Revered King” (Venerato re), da aran (“king”, “RE”) and (n)gorn (“revered”, “VENERATO”)

 

(J.R.R. Tolkien, Appendice B, I giorni principali dalla caduta di Barad-dur alla fine della Terza Era)

 

STORIA DEGLI ALBERI DI GONDOR

Primo Albero Bianco
Il primo Albero Bianco di Gondor proveniva da un frutto che Isildur, con grande rischio, rubò all’albero Nimloth il Bello, l’Albero Bianco di Númenor, prima che questo venisse abbattuto da Ar-Pharazôn sotto l’influenza di Sauron. Isildur, per portare a termine l’impresa, fu ferito gravemente dalle guardie messe a sorvegliare l’Albero, ed era vicino alla morte quando il frutto compì un prodigio, guarendo il suo salvatore dalle ferite. L’alberello che nacque dopo che Isildur piantò il seme di Nimloth nella casa del nonno Amandil a Rómenna, fu trasportato sulla nave con la quale egli, il fratello Anárion e il padre Elendil fuggirono da Númenor prima della Caduta, e l’Albero Bianco fu ripiantato a Minas Ithil. Ma quando Sauron, tornato anch’egli nella Terra di Mezzo, conquistò la città, l’Albero Bianco venne distrutto.

 

Secondo Albero Bianco
Quando Isildur fuggì alla presa di Minas Ithil, portò con sé un arboscello dell’Albero Bianco a Minas Anor, dove venne piantato, nella corte davanti alla Torre Bianca. Quest’albero morì nel 1636, durante la Grande Piaga.

Terzo Albero Bianco
Un terzo Albero fu piantato nel 1640 T.E. da Re Tarondor. Questo Albero Bianco durò fino all’anno 2872 T.E., alla morte del Sovrintendente Belecthor II. Questa volta non furono trovati o conservati rami o semi dell’Albero, poiché da quando la Linea dei Re si era spezzata, questi fioriva di rado, e non produceva più frutti. L’Albero, morto, fu comunque mantenuto nella sua posizione, nel Cortile davanti alla Torre, “fino a che il Re non sarebbe ritornato”.

 

fonte: WIKI

You cannot copy content of this page
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: